Realizzazioni

Villa in Brianza

Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza
Villa in Brianza

Progettista: Andrea Carmignola Architetto - 35a Studio di architettura

Il progetto prevede la realizzazione di una villa bifamiliare articolata su due piani fuori terra, e la costituzione di un’ampio giardino sul lato sud a servizio del nuovo fabbricato.
Dal punto di vista linguistico l’edificio è distinto da forme semplici e volumi stereometricamente riconoscibili e contemporanei. La presenza di “piani orizzontali “ a sbalzo di 1,79 m (solaio e copertura), che formano dei portici coperti sui tre lati della casa, fungono da contrappunto ai “setti verticali“ dei muri di tamponamento esterni alla casa.
Quest’ultimi sono diversificati sui due livelli da una diversa matrice materica e di colore.
Al piano terra insiste un rivestimento di pietra color bianco che si estende all’intero piano e che forma idealmente il basamento dell’edificio. Al piano soprastante l’introduzione di un intonaco di facciata color grigio scuro oltre che conferire alle forme architettoniche un’estrema eleganza e raffinatezza tende a smorzare l’impatto volumetrico del piano soprastante.
Anche la copertura in alluminio leggermente inclinata (con pendenza massima del 7%,) non risulta mai visibile dal piano stradale data la sua minima pendenza.
L’aspetto naturale è garantito oltre che dal mantenimento di diverse alberature presenti nel sito,anche dalla formazioni di grandi fioriere con alberi e arbusti inframezzate dai parapetti in cristallo dei balconi al piano primo del fabbricato. Oltre a costituire il contrappunto al rigore delle forme geometriche dell’edificio, hanno lo scopo pretenzioso di apportare un miglioramento psico-fisico agli abitanti che possono godere di un verde pensile di qualità.
I prospetti del fabbricato presentano un linguaggio omogeneo su tutti i quattro i fronti ma differente nella composizione tra i pieni-vuoti a seconda delle esigenze pratiche ed estetiche.
L’edificio sarà interamente realizzato con struttura portante in xlam: una scelta di carattere ecosostenibile dettata dalla particolare sensibilità dei committenti verso un architettura più possibilie naturale sotto tutti i profili, ambientali ed di risparmio energetico.
Le pareti perimetrali sono costituite in pannelli di legno massello di abete a 5 strati incrociati di sp.10cm, con cappotto esterno composto da doppio strato di pannelli in fibra di legno sp. 16cm con guaina di facciata traspirante di protezione alla fibra e profili metallici e doppia lastra di cemento alleggerito fibrorinforzata a costitutire la parete ventilata.
I solai saranno realizzato con travetti in legno lamellare e assito soprastante, il tetto in particolare sarà costituito da un isolamento di fibra di legno di circa 22cm e lamiera graffata.